reserve button inside

Patrimonio dell'Umanità

Monferrato - Patrimonio UNESCO

Programmi Benessere

Offerte Speciali

Eccellenze

Vedi anche: Terme di AcquiInteressi territoriali - Manifestazioni

ECCELLENZE ENOGASTRONOMICHE ... 

vigna.jpg

Vini
Sui versanti più soleggiati è largamente diffusa la viticoltura. Parte della produzione viene conferita alle cantine sociali, ma numerose sono le piccole aziende a conduzione familiare che vinificano e imbottigliano direttamente. Il vino più diffuso è il Dolcetto (d'Acqui e d'Ovada) seguito da Barbera, Brachetto, Cortese, Moscato, uvaggi ed il Grignolino, tipico delle colline della zona del Monferrato, un vino dal carattere delicato e dal profumo persistente di grande pregio.

tartufo.jpg

Tartufi e Funghi
Il fungo porcino è celebrato in sagre e mostre mercato che animano l'autunno dei paesi di Ponzone, Cassinelle, Morbello e delle alte valli dell'Orba e dell'Erro. Di particolare qualità, sodo, dal colore scuro, dalla polpa compatta grazie alla scarsità di precipitazioni, il fungo dell'Appennino Piemontese sviluppa qualità organolettiche tali da permettere l'ipotesi di una denominazione di origine apposita.

Le terre calanchive della Valle Bormida celano i migliori tartufi, sia bianchi che neri, che animano un fiorente commercio sul mercato di Alba e presso i ristoranti piemontesi e liguri. La figura del trifulau che gira i boschi di notte in compagnia del fidato cane e della zappetta per rimuovere il prezioso fungo sotterraneo è ancora frequente nei nostri paesi.

erbe_aromatiche_mix.jpg

Erbe officinali ed aromatiche
La  COOPERATIVA AGRONATURA  nasce nel 1986 e coltiva piante officinali seguendo i metodi dell'Agricoltura Biologica e Biodinamica. Quest'ultimo metodo si basa sui princi del filosofo ed esoterista Rudolf Steiner e comprende sistemi sostenibili per la produzione agricola, che rispettino l'ecosistema terrestre includendo l'idea di agricoltura biologica e invitando a considerare come un unico sistema il suolo e la vita che si sviluppa su di esso.

Seguendo i principi di Rudolf Steiner si riesce ad avere una superiore qualità delle colture, grazie anche all'utilizzo di preparati naturali esposti a particolari influssi cosmici.
www.agronatura.it

grappa.jpg

Grappe
LUIGI BARILE  è definito "secerdote della serpentina" ed ha ripristinato a Silvano d'Orba un laboratorio che distilla seguendo l’antico metodo tradizionale a “bagnomaria” con forno a legna, metodo in cui il Maestro Distillatore gioca un ruolo fondamentale per ottenere una grappa unica,prestigiosa e ricca di profumi ed aromi. Le sue grappe si possono annoverare tra i migliori distillati del mondo come gli è universalmente riconosciuto da esperti del settore quali:

Luigi Veronelli, Virgilio Pronzati, Carlo Cambi, Bruno Bini, Salvatore Marchesi, Enzo Russo, PierLuigi Gambino, Angelo Matteucci, Edoardo Meoli, Stefano di Cerne, Carlo Petrini e sia dall’assegnazione della medaglia d'argento al Concorso Mondiale dei distillati di Bruxellese, al Wine and Spirit Competition di Londra, al premio Internazionale alta qualità 2008. Cliccare qui per visualizzare il depliant.

A Ponzone, la   FAMIGLIA MALO'  seleziona da sempre grappe monovitigno di grande pregio quali grappa di Moscato, di Barolo, di Nebbiolo e grappe aromatizzate al mirtillo, al limone e salvia, al caffè e al miele. 
Nella sua pesticceria il Signor Savio Malò produce amaretti di Ponzone, che sono ricoperti al cioccolato fondente, e prosegue la tradizione delle torte Chambery da loro prodotte dal 1888. Pasticceria Malò - Ponzone - Tel 014478116 

leprato.jpg

Torrefazione caffè
La  TORREFAZIONE LEPRATO  nasce nel 1938, e già all'epoca si contraddistingueva per le miscele pregiate, ancora ad oggi prodotte artigianalmente. Sono l'unica torrefazione in provincia di Alessandria ad avere ricevuto dalla regione Piemonte il marchio di eccellenza.
Ad oggi alle varie miscele hanno affiancato con grande successo una linea in capsule e cialde. Le miscele si compongono di dodici tipologie differenti di caffè, selezionate con cura e provenienti dalle migliori piantagioni al mondo.

Via Amendola, 8 - Tel 0144/356878

filetto_baciato.jpg

Filetto Baciato e salumi tradizionali
Specialità di Ponzone, nei pressi di Acqui Terme, dove sopravvivono le tradizioni di una volta, come gli essiccatori di castagne e questo particolarissimo salume.Il Filetto baciato è un salame crudo nato nell'800, creato dal  MACELLAIO ROMEO MALO'.  Consiste di in filetto di maiale, estratto dalla salamoia, posto all'interno della pasta di salame, insaccato in un budello naturale e quindi stagionato da tre a sei mesi.Viene servito tagliato a fette molto sottili.

Su tutto il circondario di Acqui Terme si producono a livello di piccola macelleria salame cotto e crudo, testa in cassetta, sanguinacci, frizze, grive, salsiccia, cacciatorini ecc.

formaggi.jpg

Formaggetta
E' l'unico formaggio tradizionale italiano di puro latte caprino, confezionato da molti piccoli produttori nonostante il disciplinare consenta una elevata percentuale di latte vaccino. Una sintesi dei profumi delle erbe e dei fiori dell'Appennino Piemontese, simbolo di una pastorizia ardua condotta ancora allo stato brado, un caprino che, consumato fresco o ancor più stagionato, appare l'unico in grado di equivalere se non superare i miti caseari francesi.

torrone.jpg

Nocciole, Castagne, Dolci tipici
La Comunità Montana vanta una secolare tradizione di piccoli laboratori artigianali per la produzione di dolci che utilizzano due dei prodotti più classici del territorio: le nocciole, coltivate soprattutto sui versanti della Valle Bormida, e le castagne, i cui boschi coprono tutto il territorio appenninico fino allo spartiacque ligure.

Tra le specialità gli amaretti, il torrone morbido e quello duro, le lingue di suocera, i baci di dama, i brut e bon e una singolare torta di castagne, soffice e saporita, elaborata da antiche ricette contadine che la prevedevano in occasione delle feste pasquali.
Sempre più rari e ricercati sono i marroni, che si distinguono dalle castagne per il frutto non settato, le maggiori dimensioni, la forma più tondeggiante e le qualità organolettiche più spiccate: per questo sono utilizzati in raffinate e costose preparazioni dolci come i marrons glacès.
Si segnala:  PASTICCERIA CANELIN  di Paolo Verdese, da oltre cinquant’anni fa il torrone a Visone d’Acqui: ne segue passo passo la cottura, ne tasta la consistenza, seleziona e fa tostare personalmente le nocciole scartando quelle che possono “sapere d’olio”. E al momento giusto le aggiunge.

Ma le parole, e i gesti, di Paolo Verdese sono gli stessi che i torronai fanno da sempre, perché il torrone, oggi largamente considerato un tipico dolce natalizio, è una specialità antichissima.
Tra le sue specialità, potrete anche assaggiare il torrone al cioccolato, l’uovo di Pasqua, tutto di torrone con la sorpresa, e i suoi amaretti.
(Presente sulla guida "Critica e Golosa")

farinata.jpg

Farinata
Uno dei piatti tipici del Basso Piemonte, è senza alcun dubbio la farinata, oggi preparata da diversi locali dell'acquese.
Questa specie di polenta di ceci si può considerare una torta salata molto bassa. Si cuoce in forno ad alta temperatura, dentro una teglia di rame battuta a mano (come tradizione impone) e assume con la cottura un vivace colore giallo. Deve essere consumata e da questa caratteristica prende il soprannome «Bellecalda», «Bela Cauda» e cosi via.

La farinata ha radici antichissime:nel Medioevo il piatto si diffuse a partire dalla zona di Genova fino al Sud del Piemonte. Una leggenda racconta che la farinata sia nata nel 1284 per casualità.
Infatti a quell'epoca la Repubblica marinara di Genova sconfisse la rivale Pisa nella battaglia di Meloria. Le galere si trovarono coinvolte in una violenta tempesta sul Mediterraneo. Nel trambusto alcuni barilotti d'olio e sacchi di ceci si rovesciarono, inzuppandosi di acqua salata e poichè ,le provviste erano quelle che erano e non c'era molto da scegliere, si recuperò il possibile e ai marinai vennero date scodelle di una purè informe di ceci e olio che vennero lasciate al sole che, asciugandole, creò una specie di frittella. Rientrati a terra i genovesi pensarono di migliorare la scoperta improvvisata, cuocendola in forno. Il risultato piacque e per scherno nei confronti degli sconfitti fu chiamato "l'oro di Pisa".
Vera o falsa che sia questa leggenda, oggi la farinata è uno dei piatti piu ricercati e apprezzati.

carne.jpg

Carne
Le piccole stalle di collina allevano capi di razza piemontese e i migliori vengono ingrassati con cura per partecipare alle fiere di Toleto, Cassinelle e Montechiaro. Un Macello di Valle a norma CEE con sede a Montechiaro Piana rappresenta l'evoluzione moderna della tradizionale filiera della carne. Si sta anche pensando a un marchio di qualità territoriale che individui il prodotto allevato e macellato in zona.

La diffusione dell'allevamento ovicaprino consente di immettere sul mercato - soprattutto nel periodo pasquale - una buona quantità di agnelli e capretti, dalle carni delicate e saporite grazie al latte aromatico e odoroso di erbe selvatiche.
Un'altra tradizionale forma di allevamento è quella degli animali da cortile: conigli, galline, faraone, tacchini e soprattutto capponi di pura e antica razza livornese.

selvaggina.jpg

Selvaggina
Le terre appenniniche al confine con la Liguria sono completamente ricoperte da un fitto bosco di latifoglie, in parte riserva di caccia e in parte oasi di ripopolamento.
La selvaggina è abbondante - lepri, fagiani, pernici, beccacce, caprioli e soprattutto cinghiali - e rappresenta un punto fisso dei menu autunnali e invernali proposti dalle numerose trattorie e ristoranti della zona.

miele.jpg

Miele
Appassionati apicoltori mantengono viva la tradizionale produzione del miele; le api sono allevate sia stabilmente sia con il metodo del nomadismo, mediante lo spostamento delle arnie nei luoghi più ricchi di fiori.
Si producono sia i classici monovarietali acacia e castagno, sia un interessante millefiori di mezza montagna.

... ED ECCELLENZE ARTIGIANE 

clarinetto

Fratelli Patricola - Oboi e Clarinetti 

Legno di Grenadilla e Rosewood di qualità pregiata, stagionato per 11-13 anni,per ridurre a quasi zero la possibilità della screpolature di uno strumento. Strumenti ottimi per studiare , suonare in banda, orchestra, musica da camera e jazz. Costruiti per durare nel tempo. Perchè suonare sia un piacere e un divertimento.
Link: http://www.patricola.com

liutaio

Mario Grimaldi - Liutaio
"Mi piace lavorare il più possibile con arnesi tradizionali manuali e limito al minimo l'uso di attrezzature con motore elettrico. Penso che l'uso di arnesi manuali permetta un rapporto più diretto con il legno imprimendo fedelmente la propria personalità..."
Link: http://www.mariogrimaldi.it/

organo

Fabbrica Artigiana Organi da Chiesa di Sergio Castegnaro
Unica bottega organaria della provincia di Alessandria, dal 2004 lavora nella cittadina piemontese di Tortona. Essa incarna il modello della piccola impresa artigiana a conduzione familiare, che opera su scala nazionale nell’ambito della costruzione, restauro e manutenzione d’organi a canne.
Link: http://www.fabbricaorgani.it